Storie di capelli e di chitarre

Tratto dal libro ‘L'arabo di Puglia. Storie di musica e di Puglia’ con Angelo Cavallo.

Un racconto dell'autore. Solo in scena con una radio da cui escono i brani musicali che hanno segnato l'epoca del progressiv italiano.

Una storia mai raccontata. All'inizio degli anni '70 una band sgangherata scorrazza per feste patronali nei paesi di Puglia.

Una storia divertente, ironica quasi autobiografica.

E così a Foggia qualcuno può azzardare un racconto della musica minima dei paesi di Puglia e descrivere i suoni e i sentimenti

delle sue pittoresche feste di piazza, dove nelle sere di estate la marcia composta delle fiere formazioni bandistiche si incrocia

con l’epopea sgangherata dei rockettari di fine novecento in equilibrio bilingue fra l’inglese maccheronico e la lingua madre

dalle vocali deformate con le “a” che diventano “e” e le ”i” che si tramutano in “u” e viceversa come se niente fosse.
Eugenio Bennato

Dopo il reading la serata continua con selezioni musicali a cura dell'autore.

Dal beat al progressiv, passando per le canzoni dementenziali, non volute, degli anni'70.
Angelo Cavallo: esordisce come autore con Antonio Albanese sul finire degli anni '80. Autore di libri e di spettacoli.

Per oltre venti anni ha prodotto musica ed eventi ed è stato biografo e produttore del cantastorie Matteo Salvatore.
Recenti sono due spettacoli che girano all'estero ed in Italia:
“Matteo” per Tressage Fou Compagnie in Francia e “Di fame, di denaro, di passione” in Italia scritto con Sergio Rubini.